Come collegare la soundbar: quello che devi sapere per TV, Blu-ray e console di gioco

Le soundbar rappresentano la soluzione compatta per l’home cinema, in grado di combinare più canali in un solo alloggiamento. Questo permette di risparmiare spazio rispetto ai classici sistemi home cinema e di evitare gli scomodi e antiestetici grovigli di cavi che andrebbero a crearsi tra il ricevitore e i numerosi canali audio – come a volte accade con i sistemi 5.1. Quindi, eliminati tutti i cavi superflui, l’unica cosa che bisognerà effettivamente fare per utilizzare la soundbar sarà collegarla ai dispositivi di riproduzione come lettori Blu-ray e televisori. In questo articolo spieghiamo a cosa prestare particolarmente attenzione durante la fase di collegamento.

Il tutorial Teufel su YouTube

Lisa spiega il funzionamento di HDMI nel tutorial YouTube di Teufel

Il cavo giusto per la soundbar

La connessione alla soundbar può avvenire in modalità analogica, digitale e wireless. L’HDMI è una delle soluzioni più utilizzate, poiché riesce a trasmettere tramite un unico cavo sia l’immagine che il suono. Tuttavia, HDMI non è l’unica interfaccia rilevante a questo proposito: ecco una panoramica degli standard di trasmissione più importanti:

  • HDMI: interfaccia digitale per la trasmissione di dati audio e video. Le soundbar moderne dispongono solitamente di una o più connessioni HDMI.
  • Cavo audio ottico: anche noto come Toslink. I dati vengono trasmessi come segnali ottici tramite un cavo.
  • Cavi coassiali digitali e analogici: l’architettura del cavo coassiale viene utilizzata per la trasmissione del segnale analogico e digitale di dati audio e video. I connettori per i dati stereo analogici sono rossi e bianchi, dove il connettore rosso del cavo si collega all’ingresso bianco e il connettore bianco all’ingresso rosso.
  • Standard wireless: alcune soundbar sono dotate anche di moduli Bluetooth o WLAN per la trasmissione di dati wireless. Ciò consente di trasmettere l’audio da computer e dispositivi di riproduzione mobili direttamente alla soundbar.
Cavo ottico TOSLINK

Collegare la TV e la sorgente audio-immagine alla soundbar

La prima cosa da fare, quando si vuol collegare una soundbar, è capire quali connessioni HDMI si abbiano a disposizione su TV e soundbar. In caso fossero disponibili porte HDMI, sarebbe bene usarle, soprattutto qualora la soundbar venisse utilizzata per riprodurre il suono da diversi dispositivi. Dopo essersi assicurati della presenza delle entrate HDMI, bisognerà verificare che HDMI sia dotato di ARC – acronimo per “Audio Return Channel”. In tal caso i dati audio potranno essere trasmessi in due direzioni, ad esempio dalla soundbar alla TV e viceversa. In questo modo non saranno necessari ulteriori cavi per determinate configurazioni.

Collegare la soundbar Cinebar Pro tramite HDMI

Se, ad esempio, nel televisore fosse integrato un sintonizzatore DVB per la ricezione dei programmi televisivi e alla soundbar fosse collegato un lettore Blu-ray, i dati audio potrebbero esser trasmessi dal televisore alla soundbar, tramite un cavo HDMI con ARC, e allo stesso tempo i dati dell’immagine dal Blu-ray alla TV. In tal caso il cavo HDMI (dalla TV) dovrebbe essere collegato all’ingresso HDMI-Out sulla soundbar, e non a quello HDMI-In.

Nota: HDMI (ARC) è anche in grado di supportare formati audio multicanale lossless, come Dolby Digital e DTS-HD.

Questo video spiega le varie possibilità offerta da HDMI 2.1:

Se sull’interfaccia HDMI non fosse invece presente alcun canale di ritorno audio, per l’audio della TV sarebbe necessario collegare un cavo audio aggiuntivo tra TV e soundbar. Inoltre, alcune soundbar potrebbero essere dotate anche di subwoofer esterno – di solito collegabile tramite un cavo RCA – e spesso potrebbe rendersi necessario dover selezionare nel menù della TV il canale da utilizzare (canale, cinch analogico, audio-digitale) per riprodurre l’audio.

Collegare i dispositivi periferici alla soundbar

Lettori Blu-ray e console di gioco come Playstation 4 o Xbox possono essere collegati alla soundbar tramite HDMI (HDMI-In). I dati video verranno quindi riprodotti sul televisore tramite la soundbar. Le soundbar più recenti sono in grado di trasmettere tramite HDMI anche immagini 3D, dal lettore Blu-ray al televisore. Alle interfacce audio della soundbar è inoltre possibile collegare sorgenti audio come lettori MP3 e lettori CD. Alcune soundbar sono dotate poi di un’interfaccia USB che permette di riprodurre musica da dischi rigidi portatili. Per stabilire una connessione wireless, la soundbar dovrà invece essere “accoppiata” tramite Bluetooth con la sorgente audio, e dovrà essere collegata tramite WLAN alla rete locale.

Le nostre soundbar per un suono senza grovigli di cavi

Cinebar Pro – basta collegarla per godersi il suono della TV nella migliore qualità

Cinebar Pro: con otto enormi driver ad alte prestazioni e un subwoofer da 250 mm, la regina delle soundbar Teufel farà tremare la tua stanza. Fedeltà del suono, livelli alti e bassi potenti si combinano per creare un suono surround virtuale di altissimo livello.

Cinebar One: per i puristi, consigliamo anche invece la nostra Cinebar One. Particolarmente piccola e discreta, si adatta perfettamente nell’ambiente e offre un suono sempre nitido.

▶ Non sai ancora quale soundbar scegliere? Saremo felici di aiutarti con i nostri consigli e la nostra consulenza audio online.

Ultimi post

Scrivi un commento

Nota: i commenti che includono richieste di supporto non verranno pubblicati. Contatta il nostro servizio clienti per argomenti relativi a funzionamento , reclami o compatibilità. Molte grazie.

Il tuo commento sarà moderato prima di essere pubblicato sul sito.